· 

Bruna semplicemente esiste. Ma un incontro le cambierà ogni cosa...

Bruna è sola, nella sua grande casa. Si arrangia tenendo poco accesa la stufa a legna, e fa fatica a pagare le bollette con il suo misero lavoro al canile. Sopravvive, non molto di più. Fa fatica a rapportarsi con le persone, e si trova molto meglio con i cani. Con la sua unica amica Milena ogni tanto fa un giro, un picnic, si parlano, si sfogano, ma c'è sempre un po' di distanza tra due donne che vivono con nel cuore un grande peso. Sì, perché Bruna ha alle spalle una storia difficile, che l'ha lasciata svuotata, sospesa.

Finché un giorno non si presenta da lei il parroco, chiedendole un favore: di ospitare una signora anziana, che deve sbrigare delle pratiche e non vuole prendere un albergo o un appartamento. Da lì, dall'ingresso di Clara nella sua grande casa fredda, tutto pian piano cambierà, in modo delicato e intimo, palpitante.

Una prova d'autrice per Graziella Canapei, già rinomata nella sua zona per gli altri romanzi, ma questo le ha consentito di vincere il Premio Speciale Giacomo Massarotto nell'edizione 2019 del Premio Prunola.

 

Vai alla scheda del libro